La prospettiva dell’Occhio di Dio

I miei piedi sono di Dio. Chiedo a Dio di mostrarmi come procedere nel mondo, come entrare in contatto con la terra. Possa io trasmettere energia divina al pianeta. Le mie gambe sono di Dio. Chiedo al Creatore di mostrarmi come muovermi nella vita e dove andare. Possa io portare avanti l'intenzione divina nel mondo. Le mie emozioni appartengono a Dio. Che Dio mi mostri cosa provare; possa io diventare il veicolo capace di condividere con gli altri l'emozione per la presenza divina. ... Continua a leggere

Nessun lavoro è insignificante

Da ogni parte ci giungono sfide a lavorare instancabilmente per raggiungere la perfezione nella nostra vita lavorativa. Non tutti gli uomini hanno la vocazione per lavori specializzati o professionali; ancora meno raggiungono le vette del genio nelle arti e nelle scienze; molti hanno la vocazione di essere operai nelle fabbriche, nei campi e per le strade. Ma nessun lavoro è insignificante. Ogni lavoro che innalzi l’umanità ha dignità e importanza e va intrapreso con impegno meticolo... Continua a leggere

Nel centro, e sei a tuo agio

Un uomo vuole conoscere la verità una volta per tutte. Inforca la bicicletta e si inoltra in piena campagna dove trova un sentiero meno battuto del solito. Non ci sono cartelli stradali, perciò si affida a seguire ciò che vede davanti a sé. Animato dalla voglia di avventura, ciò che per lui era soltanto fantasia, diventa ora realtà. Il sentiero finisce d'un tratto in un largo fiume. Sa che, se vuol proseguire, deve lasciare sulla sponda del fiume tutto quanto ha con sé. Sa che ... Continua a leggere

Mia madre è un’eroina

Oggi è la Festa della Mamma e ho deciso di celebrarla con un pezzo che scrissi quasi 10 anni fa. Il tempo è passato ma le emozioni, i sentimenti sono ancora vividi. Buona festa, cara mamma. ♥ Viviamo sul filo del rasoio ogni giorno. Di corsa verso il solito treno, l’auto avvolta da un abbraccio ghiacciato dopo una notte passata all’addiaccio e le lancette dell’orologio ci urlano di correre più veloce, di grattare il ghiaccio con maggior vigore. Il treno non ci aspetta, 3 minuti ... Continua a leggere

Guardiani dell’Essere

Vi voglio raccontare una scena di cui sono stata testimone qualche giorno fa: signora di circa 40 anni, forse meno, con cane e pargola seinne al seguito. Il cane, un cagnolino bianco riccioluto di piccola taglia, è affascinato dal marciapiede e annusa ovunque. Ad un certo punto si ferma, la signora lo tira per farlo proseguire. Lui fa un passo e si ferma nuovamente. Si siede per terra... Continua a leggere