Scritto da L'Imbrattacarte Tecniche di Scrittura

Ispirazione per scrivere e blocco dello scrittore

“Musa ispiratrice torna a me!”, sospira il giovane scrittore immerso nella contemplazione di un foglio (elettronico o cartaceo) fastidiosamente intonso.
Ci sono persone che estraggono idee dalla loro mente come un prestigiatore farebbe con conigli e colombe dal cilindro, ma poi si incagliano nella fase concreta dell’atto creativo: la strutturazione e stesura dell’opera. Altre, invece, sono afflitte dal cosiddetto “blocco dello scrittore” e, dopo un periodo di fiorente creatività, si ritrovano come prosciugate alla fonte della loro ispirazione. Vorrebbero tanto scrivere, ma non sanno di cosa. Si guardano intorno alla disperata ricerca di un suggerimento, ma niente, il mondo è ostile e gli sbatte in faccia la loro incapacità di produrre idee.

A quale dei due gruppi appartieni? Se al momento puoi annoverarti tra le vittime della sindrome da foglio bianco, allora abbiamo qualcosa per te. Nei nostri vagabondaggi sul web abbiamo scovato qualche buon consiglio.
Prima ti mostriamo la parte sciccosa tutta infiocchettata e in inglese, poi passiamo alla nostra analisi (in italiano, don’t worry!).

Free infographic:writer's block
[Infographic by Vappingo]

7 consigli per superare il blocco dello scrittore

#1 ASCOLTA MUSICA

Questa la sottoscriviamo in pieno. Chi di noi si è cimentato nella scrittura di racconti o romanzi lo ha spesso fatto accompagnato da un sottofondo musicale. La musica che ci piace è ispiratrice. Alle volte basta ascoltare qualche canzone e lasciarsi trasportare dalle emozioni che ci trasmette, le immagini che nasceranno potrebbero essere lo zampillo di una nuova fonte a cui abbeverarsi.

#2 NON FISSARTI

Se ti sei bloccato prima ancora di iniziare a scrivere oppure nel bel mezzo di un racconto, del capitolo di un romanzo o di qualunque altro testo, fai un bel respiro e… saltalo a piè pari. Parti dal fondo se necessario, lasciati conquistare da un’altra scena del tuo romanzo oppure allontanati per un po’ e torna quando ti sentirai fresco e riposato. In poche parole: passa ad altro se necessario!

#3 FAI UNA PAUSA A BASE DI CAFFEINA

Non abbiamo mai provato questo consiglio quindi non possiamo assicurare sulla sua efficacia ma sembra che bersi una tazza di caffè prima di schiacciare un pisolino per 15 minuti incrementi la produttività al nostro risveglio. Se ti piace il caffè e ti va di proporti come cavia per l’esperimento… facci sapere se funziona davvero!

Photo by AlicePopkorn

#4 RIVOLGITI A QUALCUNO DI FAMOSO

Ok, questa ci piace molto! Lasciati ispirare da chi è venuto prima di te e aveva qualcosa da dire: leggi citazioni inerenti al tuo lavoro che siano capaci di ispirarti, motivarti o… farti arrabbiare! Qualcosa dovrebbe smuoversi dentro di te e dovresti provare una forte spinta a ribattere, e quindi a scrivere.

#5 CAMBIA SCENARIO

Se il tuo vecchio e rassicurante angolo creativo si è trasformato in una gabbia ingoia lacrime e frustrazione forse è arrivato il momento di cambiare aria. Esci, vai al parco, in un bar, alla stazione… dovunque tu possa trovare il tuo antico brio e, soprattutto, dare una rinfrescata alla tua mente.

#6 CHIEDITI: “A CHI IMPORTA?”

Rifletti sulle persone per cui vorresti scrivere, quelle che dovrebbero leggere le tue parole non appena il tuo racconto, romanzo, articolo sarà terminato e dato alle stampe. Concentrarti sui tuoi lettori e non su te stesso o sulla tua opera ti offrirà un nuovo punto di vista da cui osservare l’intera situazione.

#7 SCRIVI QUALCOS’ALTRO

Forse il tuo blocco deriva dal fatto che ti sei ostinato a scrivere di qualcosa mentre la tua mente è impegnata in altre riflessioni? Non sei obbligato a focalizzarti su un solo argomento, prendi un momento per te stesso e dai sfogo ai tuoi pensieri, qualunque essi siano. Buttarli fuori invece di tenerli stretti dentro di te può aiutarti a far chiarezza e potresti anche trovarti tra le mani del buon materiale su cui lavorare.

Conosci qualche altro trucchetto per ritrovare l’ispirazione? Ti va di condividerlo con noi nei commenti? Al bando l’avarizia, un mondo libero dai blocchi per tutti!

All writing problems are psychological problems. Blocks usually stem from the fear of being judged. If you imagine the world listening, you’ll never write a line. That’s why privacy is so important. You should write first drafts as if they will never be shown to anyone.
– Erika Jong




Tag:, Last modified: 3 Novembre 2019