Scritto da Fiori di Bach

Aspen, il fiore di Bach per la tranquillità

Immagine: Ole Husby

Immagine: Ole Husby


È il fiore di Bach per chi prova paure indefinite, vaghe, a cui non sa dare un nome. Si tratta spesso di una paura immotivata che può anche generare inquietudine che sfocia nel panico.


  • Non mi sento tranquillo in questo posto, c’è qualcosa che non mi piace ma non so spiegare cosa.
  • Ho la sensazione che stia per succedere qualcosa di brutto.
  • Alle volte mi capita quando sono con altre persone: mi assale una terribile sensazione e comincio a tremare. Mi ripeto di stare calma perché non c’è niente di cui dovrei obiettivamente preoccuparmi, eppure non posso fare a meno di guardarmi attorno spaventata.

A chi serve

È il rimedio per chi prova una paura immotivata, vaga, priva di una causa nota e del tutto irrazionale.
Abbiamo bisogno di Aspen quando siamo assaliti da un’apprensione e un’ansia di cui non sappiamo trovare degli oggettivi motivi. È una paura che può accompagnarci per molto tempo e ci sembra di vivere nell’attesa di un’imminente catastrofe. L’ansia può anche essere accompagnata da sintomi fisici quali sudori improvvisi, tremori, pelle d’oca, incubi e insonnia.
A differenza della paura di tipo Mimulus che è scatenata da qualcosa di concreto e definibile, la paura di tipo Aspen può essere definita come paura dell’ignoto e viene descritta con parole vaghe come “mi sembra, ho la sensazione che, è come se…”.

Effetti benefici

Il fiore Aspen aiuta a placare la paura immotivata, a tenere a bada i pensieri ossessivi e frena il lavorio mentale favorendo il rilassamento. È utile perché rinforza la fiducia in noi stessi e nel futuro, permettendoci di riacquistare la sicurezza interiore, la serenità e il senso della realtà. Le angosce diminuiscono fino a svanire.

Nelle parole di Edward Bach

Per quelle vaghe paure sconosciute per le quali non c’è nessuna spiegazione. Il paziente può essere terrorizzato da qualcosa di tremendo che, secondo lui, sta per accadergli, ma che egli non riesce a definire. Queste paure imprecisate e inspiegabili possono ossessionarlo sia di notte sia di giorno. Chi ne soffre ha spesso timore di raccontare la propria pena agli altri.

Per approfondire consiglio:

Tag: Last modified: 23 Ottobre 2019